Cimici dei letti

Classificazione

Phylum: Arthropoda

Classe: Insecta

Ordine: Rhynchota

Famiglia: Cimicidae

Descrizione

Le cimici dei letti (nome scientifico Cimex lectularius; in inglese bed bug) sono degli insetti di colore rosso mattone scuro lunghi circa 5-8 mm. Hanno il corpo dalla forma ovale, appiattito dorso-ventralmente e antenne composte da 4 segmenti. La  testa è piccola, con occhi composti piccoli e sporgenti. Il rostro (apparato pungitore-succhiatore) a riposo è ripiegato in posizione ventrale in un’apposita scanalatura. Il torace è piccolo e porta gli abbozzi alari non funzionali ma ridotti a piccole squame. Le zampe hanno media lunghezza e sono munite di tarsi a tre articoli.Distribuzione Cosmopolita

Biologia ed ecologia

La cimice dei letti non vola, né può saltare, ma si muove piuttosto rapidamente. Dopo aver compiuto il pasto di sangue (adulto “ingorgato”) la sua forma diventa più allungata.

Per compiere il ciclo vitale (vedi Fig.1 di S. Charlesworth, Purdue University, basata in parte su Usinger, R. L. 1966, Monograph of the Cimicidae) ha bisogno di una temperatura piuttosto elevata e perciò si insedia nelle stanze che durante l’inverno vengono riscaldate e nei luoghi più tiepidi della casa. E’ tuttavia capace di resistere a temperature basse ma sospendendo l’attività fino al ritorno delle condizioni ottimali.

Si nutre durante la notte o al buio. Ogni pasto dura in genere 3-10 minuti. Se riesce a “ingorgarsi”, torna a compiere un nuovo pasto dopo una settimana. Tuttavia, può rimanere a digiuno per mesi e mesi, anche per oltre un anno. Se la temperatura è stabile, si riproduce in qualsiasi epoca e può compiere fino a tre generazioni l’anno.

Le cimici depongono le uova negli stessi ambienti in cui si rifugiano nelle ore di riposo. Le uova sono di colore grigio perlaceo, lunghe poco più di 1 mm e larghe mezzo, subellitiche, munite di un piccolo opercolo al polo anteriore.

Ogni femmina depone da 200 a 300 uova. L’incubazione e la durata del periodo preimmaginale (stadi giovanili) dipendono prevalentemente dalle condizioni ambientali e, in particolare, dalle condizioni termiche. A una temperatura di circa 25°C, dopo 8 giorni le uova si schiudono, ma sono poi necessarie 11 settimane prima che le neonate, dopo aver compiuto 5 mute, giungano allo stadio adulto. É necessario, inoltre, che per ogni stadio vitale le forme giovanili assumano una certa quantità di sangue. Se il cibo è scarso i tempi di sviluppo si allungano notevolmente.

In condizioni ottimali di ambiente e di nutrizione, le cimici impiegano soltanto 7 settimane per diventare adulti. Anche le temperature troppo elevate non sono tollerate: in pochi giorni a 50° C, tutti gli individui giovani e adulti muoiono. Se le cimici hanno a disposizione abbondante nutrimento possono raggiungere in breve tempo densità preoccupanti