Formica di fuoco

La formica di fuoco o formica guerriera (Solenopsis invicta Buren, 1972) è una formica appartenente alla sottofamiglia Myrmicinae

DESCRIZIONE È una formica di colore bruno rossastro di piccole dimensioni, con una lunghezza che va dai 2mm ai 6 mm nelle operaie. Sono dotate di un pungiglione velenoso che infligge punture dolorose, come si dice, quanto un fiammifero acceso conficcato sotto la pelle.

La puntura delle formiche di fuoco provoca effetti nocivi sull’organismo in quanto contiene una piccola quantità di veleno che può provocare una reazione allergica, si sono riscontrati casi in cui si contavano 10.000 punture. Le formiche, quando attaccano, prima mordono e senza lasciare la vittima pungono ripetutamente il corpo.

Alimentazione L’alimentazione preferenziale della S. invicta è costituita dalle sostanze proteiche che ricava dagli insetti che preda. In ogni caso, la dieta può contemplare varie componenti di origine animale (invertebrati e vertebrati) o vegetale, incluse sostanze oleose e zuccherine, sebbene non consumi spesso nettare extrafloreale e non eserciti raramente attività di raccolta

Inizialmente si mostra dolore (che scompare in circa trenta minuti) successivamente si crea una pustola sterile che si rompe dopo alcuni giorni. Nei casi peggiori si osservano convulsioni.